Concerto di Raiz al centro commerciale

Da Napoli alla Giamaica, passando per il Mediterraneo. Un linguaggio musicale unico, una raffinata fusione di generi per dare vita a Uno, nuovo lavoro di Raiz. Il cantante partenopeo, già voce degli Almamegretta, approda oggi pomeriggio alla Fnac di Roma per presentare l’album con uno showcase dal vivo. Nel disco, nove canzoni sorrette dalla poderosa sezione ritmica formata da Hamid Drake alla batteria e Bill Laswell al basso, dalle chitarre di Eraldo Bernocchi, dal mandolino di Giuseppe De Trizio e dalle tastiere di Pier Paolo Polcari. Ciliegina sulla torta, i preziosi intarsi della tromba di Roy Paci, che «in questo periodo è come il prezzemolo, ma è un musicista straordinario di cui non mi stancherò mai di tessere le lodi». Un disco suonato praticamente dal vivo, con pochi ritocchi apportati grazie alle tecnologie digitali. «Volevo musicisti non abituati ai barocchismi della mia voce - spiega Raiz - e che quindi non sapessero come seguirla. In questo modo non siamo caduti in quello che io chiamo rischio diabete». Gli arrangiamenti di Uno nascono dal Mediterraneo, dalla constatazione che i popoli che si affacciano sullo stesso mare hanno in comune vari elementi di tradizione musicale. Dopo l’apparizione alla Fnac, Raiz inizierà a promuovere il disco con una serie di concerti. Presto Raiz sarà anche sul grande schermo: «Mi ha chiamato Ago Panini, regista di alcuni miei videoclip, al debutto cinematografico. Il suo film si chiama Aspettando il sole». Il tour di Raiz arriverà a Roma il 6 novembre (Circolo degli Artisti).