A conchiglia ma ultrasottile

Mark Perna

Sorprende non solo per le dimensioni estremamente compatte e per essere il più sottile camera-phone con chiusura a conchiglia al mondo, solo 11,9 millimetri, ma anche per virtù tecnologiche emerse durante la prova del prodotto. Il dato più eclatante riguarda la capacità di ricezione. Messo a confronto con alcuni altri validi prodotti ha sempre una tacca di copertura in più e in alcuni casi riesce a funzionare dove altri modelli non prendono per nulla. Il software del nuovo Nec è piuttosto intuitivo anche se alcune funzioni potevano essere gestiti con meno click, come l’invio dei messaggi Sms. La fotocamera integrata da 1,3 megapixel offre risultati migliori quando le immagini vengono scaricate a computer perché la visualizzazione sul display a volte risulta un po’ penalizzata. Di prima qualità è invece la resa sonora delle suonerie polifoniche a 64 toni e la funzione di riproduzione di file Mp3 con le cuffie stereo in dotazione. Questo Triband si comporta bene anche quando si utilizzano le altre funzioni a disposizione: agenda, sveglia, calcolatrice, attività e note. Il collegamento bluetooth integrato è facilissimo da configurare. Solido e realizzato con materiali resistenti l’e949 ha tuttavia qualche piccolo limite. Il più vistoso riguarda la durata della batteria che con un uso intensivo arriva a poco più di una giornata e il fatto che la batteria è integrata nel cellulare, quindi per essere sostituita occorre rivolgersi a un centro di assistenza. Costa 444 euro.