Conci ama le donne perdenti

Concita maschilista? Sì, boh, forse, chissà. Il fatto è che in un’intervista a Donna Moderna, il settimanale diretto da Patrizia Avoledo e Cipriana Dall’Orto ha dichiarato: «Nessuna donna al governo mi piace». Concita però non ha spiegato quale governo. Le ha bocciate tutte in blocco e ne ha promosse poche, pochissime. Si contano sulle dita di una mano. A latitudine mondiale. Si salvano infatti dall’apocalisse degregoriana Anna Finocchiaro, capogruppo del Pd al Senato: «Seria, competente, quando parla si fa silenzio attorno». Come la pasta Agnesi, insomma. E si salva Hillary. Clinton non Blasi: «Ha una bella testa e un programma vero, come la riforma della sanità». Si salvano in due, insomma: le perdenti.