Conciliazione provinciale nasce il nuovo sportello

Nell'ambito della polivalenza a livello professionale del geometra, consolidata e riconosciuta da più di mezzo secolo, l'anno scorso è stato istituito, primo in Italia presso un ordine professionale, lo Sportello di conciliazione provinciale, allo scopo di inserire il geometra libero professionista in un mercato ancora del tutto inesplorato ma in rapida espansione, sulla scia delle esperienze maturate in altre nazioni europee e negli Stati Uniti.
Lo Sportello, nato in seno all'Associazione nazionale geometri conciliatori fondata da geometri liberi professionisti, potrà essere utilizzato per intervenire alla nascita del conflitto prima che inizi la fase della vertenza e, al tempo stesso, contribuire alla mutazione culturale in favore di un istituto utile alla risoluzione di qualsiasi controversia.
All'interno dello Sportello di conciliazione, operano venti geometri, che sono stati formati secondo i criteri Unioncamere nazionali, grazie ai corsi svolti presso la struttura stessa dello Sportello.
Da sempre il geometra si occupa, tra le altre attività professionali, di tecnica legale, ma oggi può affiancare, all'esperienza maturata negli anni, le nuove tecniche di conciliazione che potranno essere di supporto e aiuto nello svolgimento dei propri incarichi. Può quindi attingere dalle nozioni in tema di conciliazione per cercare di dirimere le controversie di qualunque tipo, con vantaggi straordinari come il risparmio di tempo (una procedura di conciliazione spesso si risolve in una o due sedute di 2 ore) e il risparmio di denaro (i tempi di una procedura di conciliazione sono infatti di gran lunga inferiori a quelli di un processo civile o di un arbitrato).
Questi sono sicuramente gli aspetti più importanti e innovativi, legati a questa nuova attività professionale, senza però dimenticare che le parti del conflitto possono: porre direttamente il loro problema senza demandarlo alla traduzione tecnica o giuridica; concordare le modalità di risoluzione della lite e, in ultimo, il procedimento di conciliazione è assolutamente riservato e, tutto quello che viene detto nel corso dell'incontro, non può essere registrato o verbalizzato, contrariamente a quanto accade nell'ipotesi di un processo o di un arbitrato.
Sportello di conciliazione provinciale: Genova, viale Brigata Bisagno 8/1-2, tel. 010/5700735.