Concita,alla larga dall’Unità

Basta il nome, Concita, e un’intera redazione si mobilita in segno di protesta. La redazione è quella dell’Unità; Concita è la De Gregorio, giornalista della Repubblica, che in un’intervista a Prima Comunicazione in edicola oggi avrebbe fatto intendere di essere stata scelta per succedere ad Antonio Padellaro alla direzione del quotidiano fondato da Antonio Gramsci. Immediate le proteste dei giornalisti dell’Unità e la smentita della Nie, la sua società editrice, che ha precisato di non avere mai esaminato l’ipotesi di un cambiamento alla direzione del giornale. A sedare le polemiche non è valso neppure il fatto che la De Gregorio abbia poi negato di aver parlato in veste di direttore dell’Unità. Scherzi del caldo. In un’estate tutt’altro che torrida.