Conclusi i lavori a via Liguria e davanti all’ambasciata Usa

In estate l’ultimo tratto fino a piazza Barberini I cantieri si dovrebbero concludere all’inizio del 2009

Prosegue la riqualificazione della strada più mondana di Roma, immortalata al meglio dal cinema degli anni Sessanta, via Veneto. Ieri è toccato alla parte della via della «Dolce vita» che si trova davanti all’ambasciata americana e a via Liguria. A presentare il completamento dei lavori erano presenti il sindaco di Roma Walter Veltroni, l’assessore all’Urbanistica Roberto Morassut e l’ambasciatore degli Usa Ronald Spogli. I lavori di via Liguria, realizzati con il contributo dell’hotel Baglioni di 240mila euro, sono consistiti nel privilegiare, tramite l’allargamento dei marciapiedi, la mobilità pedonale su quella veicolare, nel riordino dei parcheggi, della cartellonistica, curando l’arredo e sostituendo il sistema dei sottoservizi con particolare attenzione a quello della raccolta delle acque piovane. A via Veneto, nel tratto antistante l’ambasciata degli Stati Uniti, è stato rifatto il marciapiede e l’area verde, delimitata da elementi in ferro. «Anche questo tassello - ha esordito Veltroni - rientra nello sforzo che la città fa. Questa via sta cambiando, il suo ingresso a Porta Pinciana è cambiato grazie anche all’ allargamento dei marciapiedi che ha consentito una maggiore fruibilità da parte dei pedoni di una delle strade più famose del mondo impresse nella mente di tutti». Il sindaco ha quindi ringraziato l’ambasciatore Spogli e i commercianti della strada. Morassut ha sottolineato che «gli interventi su via Veneto sono cominciato nell’ottobre 2005, quando fu ripensato l’arredo urbano e creato un progetto per ridare un valore progettuale unitario ad un’area che nel tempo ha subito una sovrapposizione di interventi. L’obiettivo è quello di restituire a via Veneto l’identità di passeggiata romana». L’assessore ha ricordato che «a giugno, per otto-dieci mesi, inizieranno i lavori per il secondo tratto di via Veneto: arriveremo a piazza Barberini, completando il restyling della strada, per i primi mesi del 2009». L’ambasciatore Spogli ha ringraziato il sindaco Veltroni e la città e ha ribadito che «è fondamentale la riqualificazione di un’area che richiama così tanti turisti».