Concorrenza L’Antitrust bacchetta le Poste sui bollettini

L’Antitrust ha avviato un’istruttoria su Poste Italiane «per possibile abuso di posizione dominante nei servizi di incasso e pagamento». Per l’Autorità, Poste è in grado di applicare «condizioni contrattuali ingiustificatamente gravose» agli utenti che devono pagare i bollettini postali, scaricando su di loro commissioni relative a servizi resi ai beneficiari dei pagamenti. L’Authority, che ha rilevato l’assoluta dominanza di Poste in questo segmento di mercato, si è mossa dopo la denuncia di un’associazione di consumatori sull’aumento delle commissioni.