Concorso per ragazzi sulla scuola dei nonni

La Regione ha varato il primo concorso «La Liguria ci racconta... la scuola»: si tratta di un concorso regionale dedicato alle classi quarte e quinte del ciclo elementare per salvaguardare e promuovere le tradizioni e le parlate delle comunità locali della Liguria e scoprire com’è cambiata la scuola. Il concorso è stato lanciato lo scorso 12 ottobre in occasione della «Giornata della Liguria» ed è promosso dall’assessorato alla Cultura e dalla Consulta ligure delle associazioni per la cultura, le arti, le tradizioni e la difesa dell’ambiente in collaborazione con la Direzione scolastica regionale. Sulla base del Tema assegnato in questa prima edizione «La scuola sul mio territorio: da oggi a ... anni fa» i ragazzi partecipanti al concorso saranno chiamati ad esaminare i cambiamenti intervenuti nella scuola, da quella dei genitori a quella dei nonni, e ancora di più indietro. Dall’edificio, alle classi, agli arredi fino al metodo e alla disciplina che gli insegnanti impartivano agli alunni e poi il vestiario, i percorsi, i trasporti, la frequenza dei compiti a casa e anche la lingua e l’uso del dialetto. Un amarcord sulla base di racconti orali e testimonianze raccolte, attraverso registrazioni su cassette che si tradurrà in elaborati nelle forme più diverse: da quella scritta a quella grafica, da quella fotografica fino a presentazioni in powerpoint, audiocassette e anche video. L’obiettivo è da un lato quello di incoraggiare insegnanti, educatori e allievi a scoprire, comprendere e documentare i cambiamenti avvenuti nella propria comunità, dall’altro incrementare la documentazione che il centro regionale per i dialetti e le tradizioni popolari della Liguria mette a disposizione di pubblico e studiosi. I partecipanti potranno avvalersi della collaborazione di una delle associazioni aderenti alla Consulta ligure, scegliendo quella più vicina al proprio territorio. la partecipazione è gratuita e dovrà pervenire alla Regione Liguria Cdt, centro regionale per i dialetti e le tradizioni popolari - presso servizio organizzazione e servizi culturali di via Fieschi 15, 16121 Genova, entro il 9 novembre. I lavori realizzati dovranno essere consegnati entro il 31 marzo 2008 ad una delle associazioni appartenenti alla propria area territoriale con tutte le informazioni necessarie per individuare la scuola di appartenenza. I finalisti saranno premiati dalla Regione e le classi saranno invitate a un viaggio dalla Regione. Una commissione regionale nominata dall’assessore alla Cultura Fabio Morchio, individuerà tra i finalisti il lavoro più meritevole, cui sarà attribuito il «premio regionale scolastico per la cultura delle tradizione» che sarà consegnato il 12 ottobre 2008.