Concorso per vigili urbani: 1.564 candidati, nessun ammesso

Ordinarie scene da un maxi concorso. Si è presentata una folla per i venti posti da vigile urbano in quel di Manfredonia, grosso paesone della provincia di Foggia. Tanto maggiore è l’offerta tanto più sarà probabile reperire l’eccellenza, dice la logica. E invece...
Sono state duemila 560 le domande presentate e ben 1.564 i candidati che si sono effettivamente presentati alla prova preselettiva. Le note dolenti sono arrivate al momento di correggere gli elaborati: alla fine zero ammessi alla vera e propria selezione.
A Manfredonia stanno ancora cercando di capire cosa sia successo. Condizioni ambientali difficili? Domande impossibili? Macché. Si trattava di una prova normalissima giurano compatti gli organizzatori.
Sarà che la preselezione è stata fatta, in quattro tranche, in una birreria della cittadina, ma è certo che la commissione, dopo aver visionato i test di cultura generale (60 domande a risposta multipla), non è riuscita a promuovere neanche un candidato: nessuno, infatti, ha superato il punteggio minimo (21 su 30). I questionari distribuiti, a quanto hanno spiegato in municipio, erano stati predisposti da un’azienda leader del settore in Italia e rientravano nella media. Ecco alcune delle domande insuperabili. Dov’è il Monte Cervino? Invece della Val d’Aosta, tra le risposte più gettonate c’è stato l’Abruzzo. E genetliaco? Per molti candidati era una malattia rara. Meglio sorvolare sulle risposte date alla richiesta di spiegare cosa significa «inoppugnabile».
«Era una prova impegnativa, selettiva ma superabile - commenta il sindaco, Angelo Riccardi - che doveva premiare i migliori. È un risultato che non ci aspettavamo, ma che dimostra che si è trattato di un concorso vero. Abbiamo predisposto ogni cosa affinché tutta la procedura si svolgesse con serietà e regolarità». «Probabilmente la prova di preselezione, basata sulla cultura generale - aggiunge - è stata sottovalutata dai candidati rispetto alle prove specifiche, che si sarebbero tenute successivamente». Presto verranno avviate le procedure per bandire un altro concorso