Condannati a sei anni genitori rom: obbligavano gli otto figli a rubare

Il pm aveva chiesto 10 anni per Dani Duric e Silvana Novak: costringevano i figli a rubare negli appartamenti. Una bimba di 12 anni "valeva" 200mila euro

Trieste - Per aver ridotto in schiavitù i loro otto figli, due genitori di etnia Rom - Dani Duric e Silvana Novak - sono stati condannati dal gip di Trieste, Raffaele Morvay, a sei anni di reclusione ciascuno. La sentenza, come riporta oggi il quotidiano Il Piccolo, ha accolto solo in parte le richieste del pm, Federico Frezza, che aveva proposto per i genitori degli otto ragazzi costretti a rubare negli appartamenti dieci anni di carcere ciascuno. L’indagine si è avvalsa di numerose intercettazioni telefoniche disposte dalla procura distrettuale antimafia di Trieste. Dopo l’arresto di Duric e Novak gli otto ragazzi rom, tra cui una ragazzina di 12 anni talmente abile da essere "quotata" sul mercato dei piccoli ladri 200mila euro, sono stati affidati a strutture assistenziali venete.