Condannato maestro di sci

Silvano Macioccu, 66 anni, maestro di sci, di Genova, è stato condannato dal Tribunale di Mondovì (presidente Natalia Fiorello, giudici a latere Simonetta Boccaccio e Maria Eugenia Oggero, pm Ezio Domenico Basso) a un anno e otto mesi di carcere perchè ritenuto colpevole di «atti sessuali con minorenne». È stato invece assolto dall' accusa di molestie telefoniche.
I fatti per i quali Silvano Macioccu è stato condannato accaddero nel febbraio del 2002. In un alloggio di sua proprietà all' Alma di Frabosa Soprana, nel Monregalese. Come maestro di sci seguiva sulle nevi della stazione di sci di Frabosa Soprana una ragazzina tredicenne (allora abitante a Genova, ora residente in un' altra città) e per allenarla la accompagnava, con il permesso dei genitori a Frabosa, ospitandola nella sua casa. E fu in tali circostanze che l' anziano maestro avrebbe approfittato della giovane.
La vicenda uscì alla luce del sole quando la ragazzina iniziò a ricevere messaggi «spinti» e la madre se ne accorse.
Fu così che raccontò cosa le era accaduto e il maestro di sci fu arrestato. Rinviato a giudizio, l' uomo è comparso davanti ai giudici con la duplice accusa di «molestie telefoniche» e «atti sessuali con minorenne» ed assolto dal primo capo di imputazione è stato condannato per il secondo ben più grave reato.