Condanne confermate per i 19 «anarchici»

Diciannove condanne a otto mesi di reclusione sono state confermate in appello a Roma, per 19 anarco-insurrezionalisti resisi responsabili nel 2001 dell’occupazione di un palazzo a Bagnaia di Viterbo, una palazzina edificata dalla cooperativa di Emilio Francesco Falco, quest’ultimo poi finito sotto processo e condannato primo grado per associazione per delinquere. I 19 condannati rispondevano di occupazione abusiva, danneggiamento e furto aggravato in relazione ad allaccio abusivo e corrente elettrica e acqua.