Condominio dei Fichi Arriva Gian Burrasca

Viviana Persiani

Nell'ambito della rassegna Linguaggi del Sud da questa sera al PIM Spazio Scenico una due giorni con Voce sola, spettacolo concerto che, in una miscellanea di dialetti, lingue e metriche, narra una storia fatta di guerra.
La comica sarda di Zelig Geppi Cucciari con la sua ironia calcherà, da domani, la scena del Teatro Ciak con il monologo sulle donne Si vive una volta. Sola.
Massimo Natale dirigerà, da domani, al Teatro Nuovo, Anna Falchi nella versione teatrale della commedia romantica Notting Hill.
Domani, allo Smeraldo, saranno I Fichi d'India i protagonisti de Il Condominio, uno spettacolo che porterà sulla scena le burrascose riunioni dove ognuno offre il peggio di sé.
Al Teatro San Babila sempre da domani, sarà di scena Gian Burrasca, il musical di Marco Daverio; le avventure di Giannino Stoppani rivivranno sulle note di Nino Rota.
Quattro di Mario Gelardi e Giuseppe Miale di Mauro, in scena domani al Crt, racconta una storia sullo sfondo di una Napoli satura di suoni e di odori, generosa e crudele, diversa e uguale a tutte quelle città che diventano teatro di tragedie assurde.
Domani, al Teatro della Memoria prima de Tutti gli uomini di Annalisa, di Luigi Lunari.
Mercoledì, al Teatro Out Off, la compagnia del Teatro Valdoca presenterà la trilogia Paesaggio con fratello rotto. Dando vita a tre tappe che nascono ciascuna come opera in sé conclusa, proposte qui come unico grande evento teatrale in tre atti, con dieci interpreti coinvolti e musica dal vivo, il regista Cesare Ronconi fa il punto sulla grande avventura vissuta insieme a quest'ultima generazione di attori.
Con Miss Universo di Walter Fontana, Angela Finocchiaro torna da giovedì sulla scena del Teatro Grassi per raccontare le nevrosi femminili di oggi; con il suo inconfondibile stile ironico tratteggerà numerosi profili di donne.
Giovedì al Teatro Blu Luca Pagliari sarà interprete con Fabrizio Macchi e Valeria Ferraio de Io non mi fermo. Tra filmati, musiche e fotografie, gli interpreti, in uno spettacolo che oscilla tra il teatro ed il giornalismo, raccontano una difficile esperienza di vita. Uno spettacolo duro, privo di filtri, dove il rigore giornalistico non permette allo spettatore nessuna possibile distrazione.
Danza di morte con Paolo Bonacelli, Patrizia Milani e Carlo Simoni è la pièce in scena da giovedì al Teatro Carcano; diretti da Marco Bernardi, gli attori daranno vita ad uno dei testi chiave per capire il teatro moderno scritto da August Strindberg, lavoro di grande impeto dove il naturalismo viene scagliato via per una visione assai agitata dell'intimo.
Al Teatro Studio da sabato la lettura contemporanea de L'Anatra selvatica di Henrick Ibsen firmata da Eirik Stubo, propone un'ambientazione anni '50 di un'opera ironica e umoristica.