«Conducente esclusivo» formula che fa risparmiare

Prodotti e tariffe cucite su misura dei clienti e pensate per le diverse necessità della società contemporanea. É l’obiettivo del gruppo Cattolica Assicurazioni che con la formula del «Conducente esclusivo» ha arricchito il ventaglio di personalizzazione della propria offerta.
Disponibile sul mercato da novembre dello scorso anno, «Conducente esclusivo» si è infatti affiancata alle formule già esistenti («Identificato», «Nucleo» e «Azienda») diventando la soluzione assicurativa più appropriata per i single, ma anche collezionisti e appassionati di motori, che intendano guidare in «esclusiva» il proprio veicolo.
La copertura assicurativa (disponibile per autovetture, motocicli e ciclomotori) è infatti valida solamente per il soggetto identificato nella polizza. Qualora alla guida vi sia una persona diversa e questi causi un sinistro, Cattolica eserciterà invece rivalsa fino a 5.165 euro.
Un accordo chiaro che permette numerosi vantaggi. La formula «Conducente esclusivo» garantisce infatti uno sconto che oscilla dal 5% al 20% e permette di collegare tutti i veicoli del cliente (auto, moto, ciclomotori), che andranno a concorrere al computo delle polizze. Come per lo «Sconto Famiglia», è inolte possibile anticipare (solo per i nuovi rischi e per le relative sostituzioni nel corso della prima annualità) lo sconto 20% dal primo contratto tramite l’impegno del cliente di assicurare altre autovetture o motocicli di sua proprietà con Cattolica alla prima scadenza utile e comunque entro un anno dalla data del primo contratto.
La formula «Conducente esclusivo» consente inoltre di collegare polizze sia tra settori diversi (a esempio, un’auto e un motociclo ottenendo uno sconto del 20%) sia all’interno di ogni singolo settore (a esempio, due motocicli, lo sconto è sempre del 20%). Il cliente ha quindi un vantaggio economico immediato che non si esaurisce nella prima annualità ma si conserva nel tempo (se si concretizza la «promessa» riportata nella dichiarazione). Senza contare che la possibilità di collegare auto, moto e ciclomotori aumenta sensibilmente i casi nei quali sarà possibile godere dello sconto massimo pari appunto al 20 per cento.