Confalonieri: il Cav ha esagerato ma è partita aperta

«A mio giudizio Berlusconi ha esagerato un po’ nel metterla sul piano nazionale, un referendum su di lui e anche con toni un po’ eccessivi a mio modo di vedere». Così Fedele Confalonieri (nella foto), presidente di Mediaset, nel corso della trasmissione di La7 condotta da Myrta Merlino Effetto domino (in onda stasera alle 23,30) risponde sul risultato del voto a Milano. «Intanto - ha aggiunto il presidente di Mediaset - Milano non è ancora persa», ma a suo giudizio «se la Moratti ha un difetto è quello di non aver messo l’accento sulle cose che ha fatto». E sulla tenuta dell’asse Pdl-Lega il numero uno Mediaset dice di non credere che si possa arrivare a una rottura tra il premier Silvio Berlusconi e il Carroccio a causa risultato negativo al primo turno delle elezioni comunali a Milano: «Conviene a tutti e due lavorare bene insieme - ha spiegato - un conto è il governo delle città, un altro è il governo del paese». E se vincesse Pisapia? «Andremo tutti in bicicletta», è stato l’ironico vaticinio: «Ma a me sembra paradossalmente - ha aggiunto - che la vittoria di radicali, grillini, ex Rifondazione comunista, può essere vista positivamente come coinvolgimento nelle istituzioni locali di una parte che se è fuori va a spaccare le vetrine». L’unica critica a Letizia Moratti: «Se ha un difetto, è che non ha messo l’accento sulle cose che ha fatto. Nella seconda tornata ci potrà essere un effetto paura nei confronti di chi dice che ha festeggiato come se fosse stato il 25 aprile».