Da Confedilizia affitti «sicuri»

da Milano

Da un lato inquilini esonerati dall’onere di versare la tradizionale «caparra», dall’altro proprietari «assicurati» dal mancato pagamento dell’affitto. A offrire questa possibilità è Confedilizia, la Confederazione dei proprietari immobiliari, grazie a un nuovo tipo di contratto proposto agli associati. Il nuovo contratto, reso possibile da un accordo con Intesa Sanpaolo, prevede infatti che il deposito cauzionale (pari a tre mensilità del canone di locazione annuale) sia sostituito da una fideiussione bancaria dell’inquilino a favore del proprietario dell’immobile. Il tutto a condizioni agevolate: il costo è pari all’1,4% dell’affitto del primo anno, cui sommare 20 euro per l’istruzione della pratica. Una somma che, a conti fatti, risulta di molto inferiore ai tre mesi di caparra solitamente richiesti nei contratti di locazione. E che al contempo offre ampie garanzie ai proprietari che, in caso di morosità dell’inquilino, potranno ottenere da Intesa l’importo dovuto, fino a 12 mensilità del canone di locazione iniziale. Il servizio, battezzato «Servizio garanzia affitto», è al momento fruibile in Banca Intesa ma sarà al più presto esteso alla rete dell’intero gruppo creditizio nato dall’integrazione con Sanpaolo. Con questa iniziativa Confedilizia si è posta l’obiettivo di tutelare i proprietari dal rischio di mancato pagamento del canone di affitto, delle spese condominiali nonché del corrispettivo per gli eventuali periodi di occupazione dell’immobile dopo la scadenza del contratto.