Confermati i nomi del 2006. Una scommessa al femminile

In lista potrebbero entrare la Roccella, portavoce del Family Day e la Polverini. Contatti anche con il generale Speciale

Roma - La stretta finale avverrà il 6 marzo. Per quella data è già fissata la convocazione della direzione nazionale del partito che dovrà decidere le candidature e compilare definitivamente le liste, da chiudere entro il 9 marzo. Nel frattempo si stanno muovendo le segreterie regionali che dovranno preparare i listini da sottoporre a Gianfranco Fini.

A Via della Scrofa, comunque, ci sono già sei dirigenti alle prese con una no-stop operativa sulla preparazione della campagna elettorale. L’uomo delle candidature è, da sempre, Altero Matteoli. Ma con lui operano anche Ignazio La Russa, Maurizio Gasparri, Gianni Alemanno, Andrea Ronchi e Donato Lamorte. Un nucleo ristretto di dirigenti per il quale si profila un anno intenso visto che oltre alla raffica di consultazioni elettorali, il partito si prepara a convocare un congresso straordinario nel caso in cui il leader si accomodasse alla presidenza della Camera.

Quello della futura gestione del partito sarà, però, un capitolo che verrà aperto a tempo debito. Ora bisogna lavorare sulle candidature. La lista dei nomi del 2006 - visto che sono trascorsi soltanto due anni - verrà riproposta quasi in toto. Ci saranno alcuni naturali avvicendamenti per ragioni anagrafiche, così come bisognerà sostituire i tre deputati e tre senatori passati con la Destra. In questo senso sta valutando l’offerta fattale da An Eugenia Roccella, portavoce del Family day, attraverso la quale il partito intende rafforzare il sodalizio col mondo cattolico. Ma sarà solo una delle tante donne sulle quali Fini proverà a scommettere. Oltre alle riconfermate Giorgia Meloni e Giulia Bongiorno, il numero uno di Via della Scrofa vorrebbe provare a convincere la segretaria dell’Ugl, Renata Polverini. Trattative in corso anche con Alessandra Mussolini per un rientro in An. Così come possibile è una candidatura del generale Roberto Speciale che si è detto disponibile a presentarsi con il centrodestra. Molto probabile, poi, l’inserimento nel listino campano di un uomo di esperienza e capacità come Amedeo Laboccetta, primo dei non eletti nel 2006.