Confermato, la Moratti riduce le tasse

Grazie ai risparmi previsti
dal bilancio preventivo 2007 del Comune di Milano, nel prossimo anno i contribuenti milanesi
risparmieranno 127,5 milioni di euro pari a 188 euro a famiglia

Milano - Grazie ai risparmi previsti dal bilancio preventivo 2007 di Palazzo Marino, nel prossimo anno i contribuenti milanesi risparmieranno 127,5 milioni di euro pari a 188 euro a famiglia. Lo ha detto Letizia Moratti, sindaco di Milano, nel corso della presentazione del documento contabile. Il bilancio è stato varato oggi dalla giunta e deve essere approvato dal consiglio comunale entro marzo. Il sindaco ha spiegato che l`impegno del Comune per l`efficienza permetterà di effettuare una manovra in riduzione dell`Ici e l`erogazione di nuovi servizi. «Per quanto riguarda l`Ici sulla prima casa, l`aliquota - ha spiegato il sindaco - viene ridotta da 5 per mille a 4,7 per mille; è inoltre previsto di introdurre una agevolazione per le famiglie meno abbienti portando il limite del reddito da 10.850 a 17.000 euro all'anno, introducendo i parametri Isee che porteranno all`azzeramento dell`Ici da noi deciso, che riguarda circa 100 mila famiglie. Milano inoltre è l`unico grande Comune a non aver introdotto l`Irpef, che negli altri Comuni varia tra lo 0,2 e lo 0,8%, il che equivale a un risparmio per le famiglie tra i 57 e i 230 euro». Un risultato, ha sottolineato il sindaco, realizzato nonostante il taglio di 47,5 milioni di euro imposto dal governo a Milano e reso possibile dalla riorganizzazione della macchina amministrativa e da nuove strategie finanziarie del Comune. «Vorrei sottolineare - ha continuato la Moratti - l`incidenza di maggiori entrate dovute a nuove politiche di recupero crediti, che hanno portato nelle casse comunali 14 miliardi di euro e dovute anche a minori spese. Nel 2007 risparmieremo il 10% delle spese amministrative, ad esempio recuperando i costi per la pulizia dei palazzi comunali, diminuendo di 150 unità il numero delle auto comunali e risparmiando sulle bollette telefoniche e sulla luce». Tra i servizi in più rispetto al 2006, introdotti grazie ai risparmi, ci sono il bonus bebè per 1,5 milioni di euro, libri di testo gratuiti a diecimila famiglie di alunni delle scuole dell`obbligo, nuovi posti negli asili nido, nei nidi aziendali e interaziendali per 2,5 milioni di euro, ristrutturazione dell' Arena, del Vigorelli e del Planetario e il ritorno all'ingresso nei musei civici.