La confessione: «Sette anni fa ho sepolto mia madre in giardino»

Per sette anni ha tenuto sepolto il cadavere della madre, morta in seguito a un tumore, nel giardino della casa di Galliate, nel Novarese: ieri si è recata dai carabinieri di Genova, dove vive, e ha confessato. Sono stati avvisati i colleghi di Novara e, infatti, nel giardino dell’abitazione di Galliate sono stati trovati i resti di Rosaria Di Sano. La donna, nata nel 1933, era morta sette anni fa, ma la figlia, Maria Vittoria B., che aveva già perso il padre anni prima, non ne aveva denunciato il decesso. Ha provveduto lei stessa a seppellirla in giardino e a tutti raccontava che la madre era stata ricoverata in una casa per anziani. Qualche anno fa, Maria Vittoria si era fidanzata con un medico di Genova e si era trasferita in città: la villetta di Galliate era così diventata una sorta di seconda casa, dove lei si recava sempre più di rado. Ai militari ha spiegato di essersi sentita in colpa nei confronti della madre e di non essere riuscita a separarsene.