Le confidenze di Servillo Strana donna al Parenti

Vivivana Persiani

Questa sera Sergio Sgrilli, al Teatro delle Erbe, presenterà l'appuntamento settimanale con Neuro-tecniche di rianimazione, una nuova sfida teatrale del comico.
Nathalie Caldonazzo e Pietro Longhi, sulla scena del Teatro Nuovo, da domani sera, per la regia di Silvio Giordani, saranno gli interpreti di Una strega in Paradiso, la commedia brillante e romantica di John Van Druten che ebbe successo nella versione cinematografica con Kim Novak e Jack Lemmon.
Martedì, sulla scena del Teatro Olmetto, La buona madre di Carlo Goldoni, per la regia di Stefano Pagin, racconta di un complotto di donne contro un uomo del quale si vuole ostacolare la maturazione.
Il 17, al Teatro Leonardo, Nicola Russo firma l’allestimento di Le Muse Orfane di Michel-Marc Bouchard.
Martedì, al Filodrammatici, Polli d’allevamento, interpretato da Giulio Casale, riconsegna al pubblico lo spettacolo scritto da Giorgio Gaber, titolo che annuncia una presa di distanza da quel movimento giovanile che andava via via trasformandosi.
Domani, al Libero, prima di Tango Metropolitano, l’ultimo spettacolo della danzatrice e coreografa Sisina Augusta.
Al Teatro Grassi, mercoledì, Toni Servillo affronta Le false confidenze di Pierre Marivaux dando vita ad uno spettacolo effervescente e raffinato.
Al Teatro dell’Elfo, dopodomani, sarà la volta di Les Escaliers du Sacré Coeur di Copi, messo in scena da Lorenzo Fontana, nel pieno rispetto della dimensione del mondo dell’autore.
Vissi d’arte, vissi d’amore è lo spettacolo diretto da Fabio Battistini e portato, mercoledì, sulla scena del Teatro Carcano, da Rossella Falck, impegnata a vestire i panni della divina Callas.
Il 19, nella sede temporanea del Teatro Franco Parenti (via Tertulliano) debutterà H to He - I’m turning into a man (Sto diventando un uomo), travolgente avventura di una donna che si sveglia un lunedì mattina con i postumi di una sbronza, scopre che ha i peli sulle dita dei piedi e si rende conto che questo non dipende dalla vodka.
Giovedì, Dracula sbarca al Datchforum di Assago. La più grande opera rock mai rappresentata è frutto di un grande impegno produttivo, che nasce dalla musica della PFM eseguita dalla Bulgarian Simphony Orchestra, e si sviluppa sui testi di Vincenzo Incenzo.
Il 19, con Maggio ’43, Davide Enia inaugura al Pim Spazio Scenico la rassegna «Linguaggi del Sud».
Venerdì, al Teatro Studio, per un progetto di Andrea De Rosa e Hubert Westkemper andrà in scena la tragedia di Elettra con la platea che potrà gustarsi questa lettura originale indossando una cuffia stereofonica per udire le voci degli interpreti, ma anche i suoni, i rumori di un ambiente più vasto.