Confindustria Italia, ripresa lenta ma nel 2011 il Pil sale con l’export

La ripresa globale «prosegue a ritmi molto elevati, ma non uniformi». Lo afferma il Centro studi di Confindustria, sottolineando che «l’economia italiana procede meno rapida», anche se dopo lo stop tra estate e autunno 2010 l’attività industriale ha recuperato slancio all’inizio del 2011, trainata dall’export (invece i consumi ristagnano). E il Pil - dice ancora il Csc, «riparte nel primo trimestre 2011, dopo il debole +0,1% nel quarto 2010». Questo scenario «favorevole è incrinato dai livelli record dei prezzi delle materie prime. L’allarme è acuito dagli sconvolgimenti politici in Paesi esportatori di beni energetici», come soprattutto la Libia: le quotazioni sono tutte in forte ascesa, molto spesso ben oltre i massimi del 2008 e in certi casi (cotone, rame, cereali) - si sottolinea - a valori storicamente elevati.