IL «CONFLITTO D’INTERESSI» DEL MINISTRO DELL’AMBIENTE

Alla fine uno dei ministri il doppio incarico lo ha mollato. Corrado Clini, titolare dell’Ambiente, si è dimesso ieri sera dalla presidenza di Area science park di Trieste, dopo le polemiche sul suo conflitto di interesse. Clini ha inviato una lettera al presidente del Consiglio Mario Monti, in cui ricorda la «polemica pubblica sulla mia presunta incompatibilità con il ruolo di presidente di Area science park di Trieste. A questo proposito - scrive Clini - desidero informarti che ho “congelato” la mia posizione e funzione di presidente dalla data del giuramento come ministro, e che da allora le funzioni di presidente sono esercitate dal vice presidente». Poteri al vice presidente dunque, ma anche niente stipendio. «Questa decisione comporta anche l’esclusione da ogni indennità - continua Clini - peraltro mai percepita anche prima della nomina a ministro. In aggiunta, voglio ricordare che Area science park è un ente pubblico nazionale di ricerca vigilato dal ministero dell’Istruzione». Ovvero non ha alcun rapporto col ministero dell’Ambiente, ma comunque Clini lascia la poltrona. Ora c’è attesa per i suoi colleghi.