IL CONGRESSO

Due giorni di congresso federale oggi e domani al Forum di Assago aperto ai 630 delegati con diritto di voto, ma anche a tutti i tesserati. Per la Lega il momento di voltare pagina chiudendo l’era di Umberto Bossi e aprendo quella di Roberto Maroni che domani sarà eletto o addirittura semplicemente acclamato segretario federale. Un passaggio decisivo non solo per il partito, perché sullo sfondo delle lotte interne c’è la voglia del Carroccio di dare l’assalto alla Regione. Soprattutto dopo l’avviso di sfratto dato in questi giorni dai leghisti al governatore Roberto Formigoni. Possibili elezioni anticipate già nel 2013, magari appaiate alle politiche e candidatura per Maroni. O magari per Matteo Salvini, appena eletto segretario lombardo.