Il Coni alla Rai: «Trascurate certe discipline»

Al nodo della B si intreccia la querelle degli sport minori. Ieri mattina, in tanti (dal pugilato, alla pallavolo, allo sci) hanno protestato perchè si sentono «oscurati» dalla Rai. «C’è l’esigenza - ha tuonato Petrucci - da parte del servizio pubblico di avere più attenzione per altri sport che non siano il calcio». Sul tema, il ministro Melandri ha promesso di intervenire. Su questo il Coni è pronto a rivedere il rapporto con l’emittente pubblica e ha chiesto un incontro urgente alla Rai. La replica: «Dispiace constatare - ha detto il direttore di Raisport Massimo De Luca - che alcuni dei più alti dirigenti del Coni non si accorgano delle tante ore che la Rai dedica ai principali eventi sportivi».