Le conigliette mettono tutti d’accordo sui fiori

(..) né nell’amministrazione pubblica nei confronti della promozione dei fiori» è il primo grido di dolore che si è alzato da parte di Riccardo Giordano, presidente dell’UcFlor-Mercato dei fiori di Sanremo. Del resto, Sanremo è o non è universalmente conosciuta nel mondo come la «città dei fiori»?.
Sul tema fiori al festival non usa un fragile stelo od un fioretto, bensì la clava, il capogruppo regionale di AN Gianni Plinio. «È scandaloso - sbotta - che la Regione Liguria che è sponsor ufficiale del Festival di Sanremo si sia dimenticata di far promuovere i meravigliosi fiori della Riviera». Un’altra randellata se la prende l’assessore al turismo Margherita Bozzano, che, dopo la prima serata, si era prontamente congratulata con Paolo Bonolis e tutto lo staff di Rai Uno per gli oltre 14 milioni di ascolti. Un dato «accolto con grande soddisfazione - ha detto la Bozzano - anche dalla Regione Liguria, sponsor istituzionale del Festival e presente su Rai Uno con una clip sulle nostre eccellenze turistiche».
«L’assessore al turismo - chiosa Plinio -, anziché sperticarsi, da provinciale, in complimenti a Bonolis e alla Rai avrebbe dovuto protestare fermamente per l’esclusione di un marchio internazionale di qualità della nostra Regione come i fiori di Sanremo. Speriamo in un intervento che, seppur tardivo, riesca a porre un qualche rimedio nelle restanti serate del Festival». E passando dalle parole ai fatti, Plinio ha presentato un’interpellanza urgente al presidente della Regione Claudio Burlando.
Aspettando e sperando che - come dicono i floricoltori - se non proprio cascate di fiori in una scenografia così moderna come quella di quest’anno, almeno ci sia qualche momento dedicato ai bouquet, alle riprese di fiori e anche a piccoli spot, gli amanti del bello inchiodati davanti a Rai Uno si potranno «consolare» con un frizzantissimo fuori programma. L’arrivo questa sera sul palcoscenico dell’Ariston (ma già ieri c’è stata una bella anticipazione) dell’ottantaduenne patron di Playboy Hugh Hefner e della sua frotta di conigliette, che non sarà certo fermato dal neonato comitato di donne sanremesi denominato «Contro Hefner e le sue conigliette». Già alle 18 le ragazze, tutte bellezza e trasgressione, parteciperanno all’«Happy Hour» sul Roof Garden del Casinò di Sanremo. Un aperitivo indimenticabile - assicurano gli organizzatori - cui sono stati invitati (e non c’è motivo per pensare che non ci saranno) anche i giornalisti accreditati al Festival. Si parla anche di un mega party incentrato su un torneo speciale di poker Texas Holdem di cui Hefner è appassionato giocatore. Ma la vera sorpresa, che per una volta metterà tutti d’accordo, è che il personal manager di papà Playboy pare abbia commissionato una grande quantità di fiori - sì sì, proprio fiori - per ornare i bikini delle sette ragazze che saliranno sul palco di Sanremo. Finalmente i fiori, appunto.