«Coniglietti o biker ecco i baby Moschino»

Negli ultimi anni vestire i figli come i genitori, ovvero riprodurre un mini-guardaroba delle main collection, è diventato un must. Tendenza che, in alcuni casi, sembra forzata. Al contrario, adattare il suo stile iconico e irriverente al mondo dei bimbi è stato un passo naturale per Moschino. Anzi, nell'immaginario comune ogni capo della Maison milanese sembra nascere dai ricordi favolosi, immaginari, genuini, irriverenti dell'infanzia. Da un Paese delle meraviglie.
Da qui la fortuna della linea Baby Kid e Teen che, come racconta Alessandro Varisco, CEO Moschino, «incide sul 3% del fatturato del marchio e sta registrando importanti dati di sell out, soprattutto in tutti i mercati internazionali come la Russia, il Medio Oriente fino alla Cina. Ad ulteriore conferma di questi dati positivi, la campagna vendite primavera estate 2014 si è chiusa con un significativo incremento». Infatti, rispetto alla controstagione la crescita a livello globale della linea è stata di più del 10 per cento. Ma come sarà il guardaroba Baby Kid e Teen del prossimo autunno inverno?
«La collezione AI 2014/15 riscopre simboli, scritte, icone e colori del brand. Per i bambini dai 4 ai 14 anni compaiono grafiche classiche rivisitate in rosso, bianco e nero, come il punto interrogativo, il cuore, la scritta Kaos!, il simbolo della pace, oltre ad abiti creati per le occasioni più importanti per le bambine, e capi più grintosi e in stile biker per il bambino», continua Varisco. I più piccini (0-3 anni) cresceranno, invece, con i simpatici animaletti della famiglia Moschino, cioè quell'orsetto Gennarino, l'Oca Luisa, Violetta la Coniglietta e Agostino il Panda diventati famosi in tutto il mondo come cover per smartphone. Saranno loro i protagonisti di tutine, felpine e bavaglini, accanto a giochi di parole e elementi iconici come il cuore. Un tuffo nell'universo Moschino in formato mignon, insomma, ma visto attraverso una lente diversa, ironica e originale.
Tra le altre novità del 2014, «in primavera apriremo il primo monomarca Moschino Baby Kid Teen a Macao, al Venetian Hotel - svela l'amministratore delegato -. Sono, inoltre, in cantiere altri importanti progetti di pop-up e presenza in alcuni monomarca da adulto».
E proprio per queste importanti inaugurazioni e durante la sfilata autunno inverno 2014/15 che si terrà a febbraio per Milano Moda Donna, potremo assistere al primo zampino di Jeremy Scott. Nominato direttore creativo del brand a ottobre, «è un designer dal carattere visionario, ironico e trasversale, capace dunque di reinterpretare il patrimonio creativo e i codici stilistici distintivi della Maison - conclude Varisco -. Sono certo sarà in grado di infondere nuova energia anche alla linea Baby Kid Teen».