Alla conquista di artigiani e piccole ditte

Punto di forza di Renault nella vendita dei veicoli commerciali è il lavoro di squadra. In Italia, per i commerciali leggeri, responsabile è Stefano Faustini. Stretta è la collaborazione, vista la particolarità di questi veicoli, con Fabio Cianca, a capo delle vendite alle aziende, e con Sandro Scopel, responsabile dei Business Center dedicati al settore. Sono questi tre giovani manager di Renault Italia che hanno contribuito a tracciare lo stato di salute della marca della losanga nel nostro Paese per quanto concerne questa fascia di mercato.
Nel 2006 Renault ha fatto registrare una flessione in Italia, in gran parte dovuta, come dice Faustini, a immatricolazioni di grandi flotte pubbliche che sono andate a incidere nel settore dove la marca francese è più forte, quello delle van-furgonette. Renault conserva comunque il 4° posto nei commerciali, alle spalle dei due costruttori nazionali, Fiat e Iveco, e di Ford, con una quota complessiva (fino ai 35 quintali) pari al 6%, senza dimenticare il primato francese in Europa. La crescita del 2007 avverrà anche grazie all’incentivo di 2mila euro destinato alla sostituzione con nuovi mezzi Euro 4 fattore che, conferma Cianca, influirà principalmente su artigiani e piccole imprese, che si avvicineranno a vetture come Twingo Van, Kangoo Express e Modus Van. Minore sarà l’impatto sui mezzi più pesanti dove il ricambio avviene con maggiore frequenza e i mezzi da rottamare sono meno. In questa classe di veicoli saranno comunque Trafic e Master a giocare ancora un ruolo decisivo.