Consegnato il premio "Un bosco per Kyoto"

E’stato consegnato in Campidoglio all’ambientalista brasiliano Plinio de Encarnaçao il premio internazionale «Un bosco per Kyoto», dell’Accademia Kronos, presieduta da Ennio La Malfa. Venuto per la prima volta in Italia questo personaggio, divenuto un mito per tutti coloro che nel mondo si battono in difesa della natura, ha ricevuto il riconoscimento che si propone anche di sbloccare l’iter burocratico del suo ultimo progetto per proteggere la foresta amazzonica. L’associazione Amazonia fondata da Plinio è nata nel 1992 per preservare la regione ed è composta dagli abitanti locali che possiedono per legge il diritto alla terra. Unendo tutti i piccoli appezzamenti e vendendoli all’associazione essi hanno creato la prima riserva ecologica di 20mila ettari, restandone tutti proprietari come soci. Negli anni l’area protetta è aumentata fino a raggiungere l’attuale estensione di 178 mila ettari. Oggi, la Riserva Xixuau Xiparina è protetta integralmente da un centinaio di abitanti locali, è ricchissima in biodiversità e ospita molte specie animali. L’associazione presieduta da Plinio ha sviluppato nell’area numerosi progetti per educazione scolastica, assistenza sanitaria, sviluppo sostenibile, sicurezza alimentare, ecoturismo e dal 2001 lotta per la protezione di un’area più estesa di foresta che includa l’intero Rio Jauaperi e altre 7 comunità vicine. Ma il processo di creazione della nuova riserva si scontra contro l’ostilità del governo locale e Plinio con i suoi subiscono pressioni politiche, minacce di morte e tentativi di corruzione. Nella manifestazione nella Protomoteca in Campidoglio, che anche per questa edizione ha ricevuto l’Alto Patrocinio del Presidente della Repubblica, sono stati premiati insigni personaggi scientifici, religiosi e politici che hanno contribuito alla sensibilizzazione delle tematiche legate alla tutela ambientale in Italia e all’estero. Tra i destinatari di «Un bosco per Kyoto», anche il neopresidente degli Stati Uniti Barak Obama, il presidente francese Nicolas Sarkozy e il Cancelliere tedesco Angela Merkel. I riconoscimenti sono andati anche ad amministrazioni sia nazionali che internazionali attive nelle migliori politiche per la riduzione delle emissioni di C02 atmosferica. Premiato tra gli altri Vincenzo Mollace, direttore generale dell’Arpacal (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria); la Regione Abruzzo e la Regione Sardegna, per il programma «Un milione di nuovi alberi». (AMG)