Conservatorio e Triennale: rinasce la Bovisa

La Triennale raddoppia. E lo fa alla Bovisa, un quartiere di periferia che rinasce all’insegna della cultura. Dopo infatti il Politecnico, la Triennale due, troverà una sede in quest’angolo di città anche l’istituto farmacologico Mario Negri e il Conservatorio che pensa di spostare le attività legate alla musica contemporanea. Con «Triennale Bovisa» quest’area diventa d’altronde il centro del contemporaneo, che ha preso avvio con la bella mostra dedicata ad Hans Hartung. ieri per il taglio del nastro c’erano tutti. Dal sindaco Moratti al governatore Formigoni per promuovere una struttura che sarà all’insegna della novità. A partire dagli orari: mostra e bistrot saranno aperti fino a mezzanotte.