È consigliato l’abito scuro

Lo si sceglie per essere eleganti, ma è il colore del lutto. Lo indossano i sacerdoti come segno di umiltà, ma anche le toghe per segnalare autorevolezza. Come spiega Michel Pastoureau nel godibile Nero. Storia di un colore (Ponte alle Grazie, pagg. 212, euro 34, trad. Monica Fiorini), il nero ha una simbologia complessa, che la moda del ’900 (dittature comprese) ha ben sfruttato. Molto prima del little black dress di Chanel, Filippo il Bello era fanatico degli abiti scuri. All’epoca il nero era difficile da realizzare su stoffa e richiedeva l'impiego di radici del noce, albero ritenuto maledetto dalla tradizione popolare. Ma il monarca, pur di pavoneggiarsi, era pronto a sfidare la superstizione.