Consigliere in tribunale: non pagherò multe per aver lasciato Tonino

Antonio Di Pietro, leader dell’Idv, aveva così paura che il suo partito perdesse pezzi che prima delle ultime Regionali ha deciso di far firmare ai suoi candidati un accordo capestro, aggiungendo una sorta di «sanzione». Il senso era questo: se abbandoni l’Idv paghi una penale di 3.500 euro al mese. A farne le spese potrebbe essere ora il consigliere regionale della Puglia, Giacomo Olivieri, che a maggio ha lasciato Tonino. Ma sebbene il tribunale di Roma abbia accordato all’Idv un decreto ingiuntivo di 24.500 euro, il finale di questa storia non è ancora scritto né tantomeno scontato: «Il magistrato non ha concesso nemmeno la provvisoria esecutività – precisa infatti Olivieri -, e non si può dimostrare che siano stati spesi soldi per la mia elezione». Insomma, pare che nemmeno la paura di pagare di tasca propria possa servire a tenere compatto il partito di Tonino.