Consiglio bloccato dai «litigi»

Divisi e battaglieri, fino all’ultimo. Non c’è accordo tra maggioranza e opposizione in consiglio comunale sulla possibilità di fissare eventuali sedute straordinarie, che la Casa delle libertà vorrebbe convocare per approvare gli ultimi provvedimenti prima della scadenza del mandato.
La riunione di ieri tra i capigruppo delle diverse forze politiche si è conclusa però con un nulla di fatto: i gruppi della Cdl vorrebbero convocare almeno un paio di sedute straordinarie, per adottare una serie di provvedimenti urgenti in materia di urbanistica. Da parte del centrosinistra ci sarebbe invece la disponibilità a discutere esclusivamente delle delibere che sono già arrivate in fase di approvazione.
Intanto però i lavori sono bloccati. La seduta del consiglio che era in programma per oggi pomeriggio è saltata, in attesa che la conferenza dei capigruppo, che si riunirà alle ore 16 e trenta per riprendere la discussione, e l’ufficio di presidenza, stabiliscano il nuovo calendario dei lavori.