Il consiglio chiede l’ammissione alla legge Marzano

Il consiglio di amministrazione di Cit chiederà l’attivazione della legge Marzano, ritenendola l’unico strumento per superare la crisi in cui versa. I previsti poteri sono stati conferiti all’amministratore delegato Arcangelo Taddeo che presenterà la domanda per l’ammissione alla procedura di ristrutturazione industriale per Cit stessa e le altre società insolventi del gruppo. Lo si legge in una nota in cui si sottolinea come la decisione giunga dopo la presa d’atto, tra le altre cose, «dell’impossibilità legale di procedere alla prevista copertura delle perdite e ricapitalizzazione della società mediante aumento di capitale rivolto al pubblico» e dal venir meno «della determinazione del soggetto imprenditoriale che, da ultimo, si era proposto per il salvataggio di Cit», ossia il gruppo Soglia. La società resta ora in attesa della nomima del commissario.