Il consiglio regionale costa un milione in più. Il voto slitta

Un milione e 200mila euro di spese in più per il consiglio regionale. E in Consiglio scoppia la protesta che fa slittare il voto. La deliberazione dell’ufficio di presidenza non ha fatto in tempo ad arrivare in aula: tra le proteste, e le richieste di azzerare gli aumenti di spesa, i gruppi hanno voluto rinviare l’approvazione a martedì prossimo. È in discussione nelle commissioni una proposta per ridurre indennità e vitalizio dei consiglieri e stanziamenti delle segreterie, dei gruppi, dell’ufficio di presidenza e della giunta. Nella prima seduta dopo la pausa estiva torna in aula anche Filippo Penati, indagato per presunte tangenti. Al suo posto come vice presidente dell’aula sale Sara Valmaggi, seppur non gradita da tutta l’opposizione.