Il Consiglio salta ancora sul Bilancio

Maggioranza latitante e l’«ostruzionismo soft» del centrosinistra fanno ancora una volta mancare il numero legale. Per la quarta volta il Comune non approva l’assestamento al Bilancio 2006, delibera che per legge dovrebbe essere varata entro il 30 novembre e così Palazzo Marino è sempre più a rischio commissariamento. «Può succedere - sdrammatizza Letizia Moratti -, c’è lo shopping natalizio». Va giù più pesante Marilena Adamo. «Inutili gli appelli del sindaco che ha riunito lunedì scorso i consiglieri per richiamarli a una maggiore responsabilità - stiletta il capogruppo dell’Ulivo -. In aula erano solo in 25, contro i 31 richiesti mentre la maggioranza dispone di ben 37 consiglieri. Sono troppo impegnati a litigare su tutto, sulle nomine e su City Life». Pronta la replica del capogruppo di Fi. «Non cederemo ai ricatti del centrosinistra su Citylife - il commento di Giulio Gallera -. Sono allibito per l’atteggiamento irresponsabile dell’opposizione che è tornata alle antiche abitudini». E assicura che «giovedì in aula l’assestamento di bilancio sarà approvato». Duro anche il giudizio del vicesindaco Riccardo De Corato. «L’opposizione - attacca Riccardo De Corato -, per ripicca sulla questione della commissione urbanistica per Citylife ha imbastito una schermaglia ostruzionistico-procedurale. Gli interventi per più di 4 ore e mezza spiegano meglio di tutto quanto sta succedendo in aula da tre sedute a questa parte. Resta da spiegare ai milanesi perché, dopo che il centrosinistra per settimane si è lamentato del fatto che in consiglio non arrivassero delibere importanti, ora che in discussione c’è un provvedimento che stanzia 86 milioni di euro per le opere pubbliche e 7 per la parte corrente, questa delibera è bloccata per una questione pretestuosa che nulla ha a che fare con l’assestamento». Un «invito al dialogo arriva dal presidente del consiglio comunale Manfredi Palmeri. «Credo - le sue parole - che nelle prossime ore maggioranza e opposizione debbano parlarsi di più di quanto sia avvenuto in questi giorni».