Il consiglio di Skuhravy: «Parlatevi di più in campo»

Luca Russo

Alla ricerca del carattere, del dialogo in campo, ma soprattutto di un'altra vittoria. Dopo i tre punti di Lumezzane che consentono al Genoa di rimanere primo oggi a Pegli la squadra riprende ad allenarsi in vista di Monza con una preparazione ancora una volta rivoluzionata. Com'è noto la partita, inizialmente programmata per sabato, è slittata, come tutta la giornata, al giovedì a causa di calendario schizofrenico incapace di tenere in considerazione la concomitanza delle partite in casa di Genoa e Sampdoria.
Per il match del giovedì santo Perotti perderà Fusco diffidato, ammonito domenica e quindi in regime di squalifica, ma riavrà De Vezze. Dall'infermeria invece non dovrebbero arrivare rinforzi, pazienza. In fondo questo Genoa è dall'inizio dell'anno che gioca in continua emergenza. A Lumezzane è andata bene grazie ad una magia di Ciccio Grabbi su calcio di punizione. Il gioco ha latitato, ma in fondo quest'anno le belle partite in rossoblù si contano sulla punta delle dita di una mano e forse meno.
Ora serve concretezza e anche carattere come sottolineato da Tomas Skuhravy in tribuna al Comunale di Lumezzane per seguire il suo Grifo. «Questi giocatori devono parlarsi di più in campo - ha sottolineato l'attaccante rossoblù della Uefa - così non va». «Sì, Skuhravy ha ragione questa squadra deve parlare di più. - ha replicato Perotti - Manca un leader che si faccia sentire, ma ora conta soprattutto che si resti compatti per prepararci alla prossima partita». E sì perché l'incontro di giovedì è uno scontro diretto che il Genoa non può fallire pur essendo reduce da un tour de force. «Giocare ogni tre giorni non è una cosa semplice e quindi con il Lumezzane ho dovuto cambiare qualcosa - ha ammesso il tecnico rossoblù - Le mie scelte sono state fatte anche pensando alla gara di giovedì con il Monza. I lombardi sono una squadra in salute che ha appena battuto il Padova. Per noi sarà la partita-verità nel senso che alla fine dirà se siamo o meno in grado di finire in crescendo questo campionato». La difesa cambierà con il probabile spostamento al centro di Ambrogioni e lo slittamento di Lamacchi sulla linea dei difensori. A centrocampo dovrebbe essere proposta la coppia centrale De Vezze-Botta con l'italo svizzero in grande evidenza a Lumezzane per carattere e continuità. In attacco potrebbero essere riproposti Grabbi e Giuntoli anche perché Lopez entrato al Comunale durante il match non ha mostrato segnali di crescita e perché Iliev ha dimostrato di essere più efficace partendo dalla panchina.
Giovedì proseguirà la raccolta di fondi a favore del progetto «Time for peace» organizzaata all’Associazione club genoani. La raccolta avrà luogo in ogni settore dello stadio. Questa iniziativa è dedicata alle migliaia di amputati della Repubblica Demnocratica del Congo, e servirà alla realizzazione di protesi in loco.