Dal Consiglio di Stato l’ok al porto turistico

Il porto turistico di Fiumicino sta per diventare finalmente realtà. La sentenza del Consiglio di Stato, che ha rigettato il ricorso di una delle società in lizza per costruire il porto turistico di Fiumicino, ha dato il «definitivo via libera» alla realizzazione del nuovo approdo. Lo ha reso noto l’amministrazione comunale di Fiumicino. «Con decisione in sede giurisdizionale - informa una nota del Comune - la Sesta Sezione del Consiglio di Stato si è pronunciata sul ricorso proposto nell’anno 2005 dalla società Sofim per l’annullamento della sentenza del Tar del Lazio risalente al febbraio 2005, la quale riteneva corretta e legittima la procedura seguita dalla conferenza dei Servizi nell’esaminare i vari progetti preliminari del porto turistico e nella scelta del progetto presentato dalla società I.P. Iniziative Portuali, escludendo quindi quello della Sofim, respingendolo».
Particolarmente soddisfatto il sindaco di Fiumicino, Mario Canapini. «Le motivazioni che hanno originato il ricorso al Consiglio di Stato - ha dichiarato Canapini - sono state tutte rigettate. Pertanto ritengo che possa dichiararsi definitivamente chiuso un contenzioso che è durato fin troppi anni e che ha ritardato la realizzazione della struttura portuale provocando notevoli danni al comparto nautico di Fiumicino, con ripercussioni negative sia a livello economico che occupazionale».
«L’amministrazione comunale - ha concluso il primo cittadino di Fiumicino - procederà, sentita la Regione, a convocare al più presto la conferenza dei servizi conclusiva che, già convocata un anno fa, fu sospesa per attendere la decisione del Consiglio di Stato».