Consiglio «veloce» per i Mondiali

Consiglio comunale con i tempi contingentati dal presidente, Manfredi Palmeri, ma soprattutto dalla partita dell’Italia: il calcio d’inizio è previsto alle nove e per allora è ragionevole pensare che il dibattito su giunta e programma sia conclusa. La seduta è riaggiornata a giovedì con un ordine del giorno più spinoso, cioè la scelta dell’ufficio di presidenza, l’istituzione delle commissioni consiliari e la nomina del Comitato dei saggi che vaglierà le candidature per gli enti. È praticamente certo, infatti, che i bandi saranno riaperti come ha chiesto il sindaco Letizia Moratti. «L’importante è che i nomi siano concordati con le forze politiche» osserva il capogruppo di Forza Italia, Giulio Gallera, alle prese con il delicato compito di far quadrare il puzzle commissioni. Da un lato resta aperta l’ipotesi di dialogo con l’opposizione (ma secondo il gruppo azzurro su pari opportunità e la futura commissione Statuto, non sugli Affari istituzionali), dall’altro c’è qualche tema da risolvere con Alleanza nazionale. Il partito guidato in aula da Carlo Fidanza rivendica infatti le presidenze di Casa, Cultura e Trasporti, tutti ambiti che interessano anche a Forza Italia.