La Consob chiede il lancio dell’Opa

Aem-Amga

Per la Consob la fusione tra Aem e Amga deve avvenire attraverso un’Opa. Lo ha reso noto il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, che ha così commentato la decisione: «Siamo fortemente convinti del valore industriale dell’operazione e quindi non possiamo che auspicare che l’operazione avvenga nella massima trasparenza nei confronti del mercato e degli azionisti». I sindaci di Torino, Sergio Chiamparino, e di Genova, Giuseppe Pericu, avevano dato quattro giorni fa il via libera definitivo alla fusione tra Aem Torino e Amga per la nascita di Iride. La fusione, prevista da un accordo tra il Comune piemontese e quello ligure, è stata approvata dai rispettivi Consigli comunali. Le assemblee straordinarie di Amga e Aem Torino il 29 aprile hanno poi dato l’ok al progetto e alle condizioni preliminari alla fusione. Dopo la fusione, a Torino dovrebbe andare la gestione dell’elettricità, a Genova quella delle acque.