In consolle c'è Ruth: "In pensione mi annoio"

Arriva a Milano Mamy Rock. La richiestissima e
osannata dj 70enne di Bristol Ruth Flowers lancia <em>Still Rocking</em>:
domani sera i Magazzini Generali celebreranno l’originalità con
un evento che non ha precedenti

Milano - Adidas Originals porta finalmente a Milano Mamy Rock. La richiestissima e osannata dj 70enne di Bristol Ruth Flowers lancia Still Rocking: domani sera i Magazzini Generali celebreranno l’originalità artistica con un evento che non ha precedenti in tutta Italia.

L'evento a Milano Chi meglio di Ruth rappresenta al meglio la filosofia celebrate originality, scegliendo di percorrere una strada alternativa alla noiosa routine da pensionata e reinventandosi così una nuova vita, elettrizzante e piena di emozioni? Ruth è inglese e diventa deejay quasi per caso: raggiunta l’età della pensione, una sera partecipa alla festa di compleanno del nipote in un club e ne rimane piacevolmente impressionata per i colori, le luci, la nuova musica e la voglia del pubblico di divertirsi e di stare insieme. Il nipote scherza, ipotizzando per la nonna una carriera nel mondo della Disco di oggi; da qui al fenomeno Mamy Rock il passo è breve, grazie all’intuizione e supporto di un giovane produttore francese, Aurelien Simon.

La carriera di Ruth Ruth debutta come deejay durante il Film Festival di Cannes nella splendida cornice di Villa Murano. In pochissimo tempo arrivano richieste da tutto il mondo per i più famosi club d’Europa. "Il buttafuori, la mia prima volta nelle discoteche di oggi per il compleanno di mio nipote, non voleva farmi entrare: ero ben più anziana della clientela abituale, ma una volta all’interno del club non mi sono mai divertita tanto. Ho pensato? 'Hei, ma io voglio fare la dj!' Mio marito era morto, io ero in pensione, avevo tempo a disposizione, quindi perché non provare?". Lo stile di Ruth è eclettico, raffinato e unico. Da grandissima connaisseur del panorama musicale degli ultimi 50 anni mescola in maniera naturale a spontanea la techno di oggi con la musica del passato che le è più cara: per esempio unisce Deadman5, i Daft Punk o David Guetta e i grandi remix di Lady Gaga con hit di James Brown o dei Queen.