Consuelo e María Dolores Aguiar-Mella Díaz

Sono due sorelle, nate a Montevideo, in Uruguay, e figlie di un avvocato che si trasferì a Madrid nel 1899. Studiarono nel collegio tenuto dalle suore Scolopie fino al diploma. María Dolores, nata nel 1897, dopo la morte della madre resse la famiglia e si impiegò come funzionaria all'Intendenza di Finanza. Morto anche il padre, nel 1929 si ritirò presso le suore da cui aveva studiato e visse con loro come consacrata laica. Quando scoppiò la guerra civile, nel 1936, poiché la sua collaborazione con le suore era notoria, preferì defilarsi andando a vivere in casa di un suo fratello che era viceconsole onorario dell'Uruguay. Ma le suore vennero espulse dal loro collegio e si dispersero. Otto di loro andarono a stare in un appartamento in affitto e María Dolores le seguì. Sua sorella Consuelo, più giovane di un anno, alla morte del padre si era trasferita a Toledo, dove aveva trovato lavoro. Allo scoppio della guerra civile anche lei andò a stare dal fratello, ma poi trovò sistemazione presso un'amica. Andava spesso a trovare la sorella e con lei faceva la spesa per le suore o si dedicava alle loro opere di carità. Le due si sentivano abbastanza tranquille perché in possesso di passaporto diplomatico. Ma non servì a niente. Un mattino Consuelo andò come al solito dalle suore ma trovò che sua sorella era stata arrestata per strada. Cercò di trovarla ma finì che arrestarono anche lei. I miliziani anarco-comunisti avevano catturato per le vie anche la scolopia suor María de la Iglesia. Tutte e tre vennero uccise fuori città, lungo la nazionale.