Consulenza all'ex br Ronconi Indagato il ministro Ferrero

Al vaglio della magistratura la nomina dell'ex br nella Consulta
nazionale delle tossicodipendenze. Il reato ipotizzato
sarebbe quello di
abuso d'ufficio. <strong><a href="/a.pic1?ID=160766">Costretto a licenziare l'ex br</a></strong>

Roma - La procura di Roma ha avvisato il ministro della Solidarietà sociale Paolo Ferrero di aver avviato delle indagini preliminari nei suoi confronti per la nomina dell'ex brigatista Susanna Ronconi a membro delle Consulta nazionale delle tossicodipendenze. Il reato ipotizzato dalla procura sarebbe quello di abuso d'ufficio. Ieri il ministro Ferrero aveva annullato la nomina della Ronconi nella Consulta, dalla quale la stessa Ronconi si era dimessa. L'annullamento della nomina era stato motivato perché l'incarico era "illegittimo" in quanto l'ex br è interdetta dai pubblici uffici e la Consulta, pur non dando luogo ad alcuna forma di remunerazione dei propri membri, partecipa all'iter formativo della decisione della pubblica amministrazione.

Sono all'attenzione del Tribunale dei Ministri gli atti dell'indagine sulla nomina della ex Br. Il Tribunale valuterà la posizione del ministro, per i necessari accertamenti, per poi rinviare gli atti alla procura. La denuncia in procura era stata fatta da Alleanza nazionale.