Consulenza al telefono gratis e consigli per scegliere bene

Chiedere la surroga di un mutuo costa sempre meno. A quanto pare gli istituti finanziari si stanno lentamente adeguando alla normativa prevista dal decreto Bersani che impone l’azzeramento dei costi se si decide di passare da un istituto di credito a un altro, avvalendosi della cosiddetta portabilità del mutuo.
Sta infatti crescendo il numero delle banche che offrono la possibilità di surroga del mutuo senza dover pagare penali, spese di istruttoria e perizia. In pratica serve solo l’atto del notaio che trasferisca l’ipoteca da una banca all’altra.
Alcuni istituti, però, non pubblicizzano tali offerte semplicemente perché non sono ancora pronti, sia in termini procedurali sia di costi. Infatti, anche se sembra un passaggio molto semplice, in verità è abbastanza complesso e spesso non conveniente per l’istituto finanziario. Alcuni, infatti, stanno ancora decidendo, sulla base del computo dei costi da sostenere, se risulti per loro conveniente entrare in questo mercato o meno.
Non è una scelta che si può gestire cliente per cliente, ma una decisione da affrontare da subito in modo uniforme. In base all’analisi costi-benefici la banca deve decidere lo spread (la differenza tra il tasso finale e l’Euribor) da applicare, normalmente leggermente superiore di quello proposto per una richiesta di mutuo in prima istanza.
Per avere sempre il polso della situazione ed essere aggiornati sulle offerte, siti come quello di MutuiOnline risultano uno strumento comodo e affidabile, perché mettono a disposizione informazioni aggiornate e in tempo reale per confrontare le proposte presenti sul mercato. MutuiOnline offre anche un servizio di consulenza telefonica gratuita per capire anche se la surroga sia un passo conveniente oppure no: se mancano pochi anni all’estinzione del mutuo potrebbe non essere la scelta giusta. E nel caso sia una buona scelta, il consulente può indirizzare verso una tipologia di mutuo con rata più leggera per rendere meno oneroso l’impegno finanziario.
MutuiOnline può, inoltre, mettere sul piatto tutti i costi eventuali da sostenere, come le spese notarili, che oscillano tra 700 e 1.500 euro. Anche in questo caso il consulente indirizza il cliente, sempre gratuitamente, su come comportarsi, quali spese mettere in conto, dove reperire informazioni su tariffe locali e notai più economici.