Le consulenze d’oro di Tommaso

Non solo il governo greco, al quale però si può almeno perdonare lo stordimento dovuto alla gravissima crisi economica. Anche il Belpaese, che evidentemente è riuscito a dimenticare in fretta le 69 nuove imposte istituite in appena venti mesi di governo Prodi, sembra avere un debole per le consulenze finanziare «made in Tommaso Padoa-Schioppa» (nella foto). Come riporta Italia Oggi, il predecessore di Tremonti in via XX Settembre ha trovato anche in Italia molte persone e società disposte a pagare fior di parcelle pur di avere da lui consigli su come gestire patrimoni e bilanci. Tanto da far centrare al buon Tommaso, nel solo 2009, un giro di affari di circa 2 milioni di euro.