«Consultazione» verso il rinnovo

Si profila un rinnovo di sei mesi per il patto di consultazione tra Capitalia, Mps e Unicredit relativo alle partecipazioni in Generali. Il termine per la disdetta del patto scade infatti oggi, tre mesi prima della scadenza dell’accordo siglato dopo l’intervento nel 2003 delle tre banche a difesa dell’«italianità dell’istituto». Dal marzo 2006 l’accordo si estenderà quindi fino a settembre. L’accordo prevede che le tre banche si consultino periodicamente, e in ogni caso sempre prima dell’assemblea di Generali, per discutere gli argomenti di interesse comune. L’intesa riguarda le quote in Generali che a giugno scorso erano pari all’8,23% complessivo (3,57% Unicredit, 1,63% Mps e 3,03% Capitalia). Unicredit e Capitalia nel 2004 hanno lanciato un prestito obbligazionario convertibile sulle rispettive quote mantenendo i diritti di voto sulla partecipazione.