Consumatori e ambientalisti: stop ai Suv

L’incidente di Milano ha riacceso le polemiche sui Suv. E a rinfocolare la situazione arriva anche Riccardo De Corato: «Questo non è un problema di sicurezza stradale - ha detto De Corato -. È un problema invece di indisciplina. Ci si dovrà porre il problema di questi Suv«. Responsabilità a parte nell’incidente di Porta Vittoria, afferma Alessandro Miano di Assoconsumatori, «la questione dei Suv da tempo alimenta discussioni in Italia e all’estero. Una guerra riesplosa solo due giorni fa in tutta la sua violenza in Inghilterra: Ken Livingstone, il sindaco di Londra noto per le sue posizioni estremistiche ha lanciato ufficialmente la crociata contro i Suv, che chiama i “trattori di Chelsea ». Ken il rosso, ha annunciato che dal prossimo mese i proprietari delle «bombe ecologiche a quattro ruote motrici», dovranno sborsare 25 sterline al giorno (33,5 euro) per entrare nel centro della capitale, anche se residenti. Cullati dalla sensazione di sicurezza che l’altezza dal suolo e la robustezza del veicolo trasmettono i proprietari di Suv sono i più distratti e quindi i più pericolosi per gli altri. È quanto è emerso da uno studio compiuto lo scorso anno in Nuova Zelanda su 1.196 guidatori dei mastodontici veicoli. E anche Legambiente - si legge ancora nel comunicato - ha dedicato un dossier al fenomeno. Secondo gli ambientalisti, i Suv sono «pericolosi» per gli occupanti e per chi si trova nelle vicinanze soprattutto per i pedoni e le auto normali