Consumatori Sui carburanti possibili risparmi fino a 268 euro

Se si intervenisse seriamente sulla doppia velocità dei prezzi, con l’eliminazione del divario tra il nostro Paese e l’Europa, e se si aprisse almeno per il 10% alla distribuzione senza marchio e nei grandi centri commerciali, gli italiani potrebbero risparmiare almeno 13-15 centesimi per ogni litro di carburante. La stima è dei responsabili di Federconsumatori e Adusbef, Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti. Secondo i consumatori, se queste operazioni fossero realizzate si tradurrebbe in un risparmio annuo per costi diretti di 168 euro e, data l’incidenza dei prezzi dei carburanti sul trasporto merci, di 120 euro per costi indiretti. Il beneficio complessivo sarebbe, quindi, di 268 euro annui.