Consumi alimentari: un semestre a crescita zero

Roma. Oltre un quinto del reddito mensile dei pensionati e delle famiglie numerose se ne va in pane, pasta, carne e frutta. È quanto afferma Coldiretti aggiungendo che per effetto del caro prezzi gli acquisti di prodotti alimentari sono in una fase di preoccupante stagnazione e fanno segnare una crescita pari allo zero nel primo semestre del 2008 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’aumento dei prezzi - sottolinea la Coldiretti - incide soprattutto sugli anziani e sulle famiglie numerose, con le coppie con tre o più figli e le persone con più di 64 anni da sole o in coppia che destinano ben il 21,9% della spesa complessiva agli alimentari. Si tratta di segmenti della popolazione - precisa Coldiretti - particolarmente sensibili agli effetti dell’inflazione.