Consumi: a Natale -1% ma non ci sarà il crollo

Secondo le previsioni della
Confcommercio, il calo previsto per quest’anno è compreso tra l’1 e l’1,5
per cento, nonostante il leggero incremento in termini
monetari. Tuttavia non ci sarà il temuto crollo

Roma - Meno regali sotto l'albero, quest'anno, ma non ci sarà il temuto crollo. Il vento della crisi intiepidisce le spese, ma non le congela. I consumi di Natale scenderanno e sarà un Natale all’insegna del risparmio per molti italiani. Secondo le previsioni della Confcommercio, il calo previsto per quest’anno è compreso tra l’1 e l’1,5 per cento in termini reali, nonostante il leggero incremento in termini monetari (+1,1 per cento). Per i regali natalizi saranno spesi circa 8 miliardi di euro, poco più dei 7,9 miliardi spesi nel 2007, che però, considerando un’inflazione a dicembre che dovrebbe attestarsi attorno al 3 per cento, segnano un calo dei consumi. Tuttavia, sottolinea la Confcommercio, non ci sarà il temuto crollo paventato di recente a causa della crisi economica.