Consumi Rallenta la ripresa negli Usa A fine marzo il Pil è cresciuto dell’1,8%

Cresce meno del previsto nel primo trimestre dell’anno il Pil degli Stati Uniti, a causa soprattutto di un incremento inferiore alle aspettative delle spese per consumi. La prima economia del mondo è cresciuta nei primi tre mesi del 2011 dell’1,8%, meno del 2,1% atteso degli analisti ma in linea con la prima stima del dipartimento del Commercio. Nel quarto trimestre del 2010 il Pil era aumentato del 3,1%. A pesare sulla crescita è stata in buona parte la debolezza dei consumi, ma si è registrato anche un inatteso rallentamento dei profitti aziendali. Il dato sui consumi è stato limato a +2,2% dal +2,7% della prima stima mentre gli economisti puntavano su un +2,8%. Nell’ultimo trimestre 2010 i consumi erano cresciuti del 4%, l’aumento più forte dalla fine del 2006. Gli utili aziendali hanno segnato una crescita dell’1,3%, l’incremento più basso da oltre due anni, dopo il +2,3% del trimestre prima.